I dolcificanti artificiali ti renderanno grasso e malato

Ormai è appurato da tempo che lo zucchero e i vari sciroppi siano deleteri per la nostra salute, soprattutto quella cardiovascolare con effetti che purtroppo conosciamo bene.
Ecco che a fronte di questo nascono sostanze dolcificanti a 0 calorie come sostituti dello zucchero. Ma siamo sicuri sia una buona scelta? Vediamo alcuni studi:

In breve:

“Un crescente numero di ricerche mostra che i dolcificanti artificiali aumentano il rischio di obesità e diabete di tipo 2 – forse anche in misura maggiore rispetto allo zucchero.

Recenti ricerche mostrano che sia lo zucchero che i dolcificanti artificiali danneggiano la funzione vascolare e causano cambiamenti cellulari che “possono essere importanti durante l’esordio e la progressione del diabete e dell’obesità”.

A differenza dello zucchero, si è scoperto che i dolcificanti artificiali si accumulano nel sangue, portando a danni più significativi ai vasi sanguigni. Il potassio di acesulfame, per esempio, sembrava essere peggio dell’aspartame riguardo a questo.

I dolcificanti artificiali possono ingannare il corpo nell’uso di fonti alternative dal glucosio, come per esempio i muscoli. La prova della rottura delle proteine muscolari è stata trovata nel sangue degli animali sottoposti a questo studio.

I risultati indicano che i dolcificanti artificiali alterano il modo in cui il corpo elabora i grassi e produce energia a livello cellulare, e mentre lavorano su diversi percorsi chimici, producono gli stessi tipi di conseguenze, sulla salute, dello zucchero”

 

Nel corso degli anni, un numero sempre crescente di studi ha dimostrato che i dolcificanti artificiali aumentano il rischio di obesità e diabete di tipo 2, forse anche in misura maggiore rispetto allo zucchero. Più recentemente, la ricerca sugli animali 2,3 presentata alla conferenza annuale di Biologia Sperimentale a San Diego ha confermato ancora una volta che i dolcificanti artificiali aumentano il rischio di obesità e diabete .

Dopo essere stati nutriti con una dieta ricca di dolcificanti artificiali (aspartame o acesulfame potassico) o zuccheri ( glucosio o fruttosio ) per tre settimane, sono stati osservati effetti dannosi in tutti i gruppi. Tutti avevano aumentato i lipidi nel sangue (grassi), ma i dolcificanti artificiali si accumulavano anche nel sangue degli animali, il che danneggiava il rivestimento dei vasi sanguigni in misura maggiore. Dei due dolcificanti artificiali, il potassio acesulfame sembrava essere il peggiore.

I risultati dello studio – che ha utilizzato la metabolomica imparziale ad alto rendimento, una tecnica che consente di indagare su come qualcosa influisce sul metabolismo cellulare – indicano che i dolcificanti artificiali alterano il modo in cui il corpo elabora i grassi e produce energia a livello cellulare. Quindi, mentre operano su percorsi chimici completamente diversi, producono lo stesso tipo di conseguenze sulla salute dello zucchero .

Contrariamente alle affermazioni del settore, negli ultimi 30 anni la ricerca ha dimostrato che i dolcificanti artificiali stimolano l’appetito, aumentano le voglie di carboidrati e producono una varietà di disfunzioni metaboliche che promuovono l’accumulo di grasso e l’aumento di peso, spesso con grande sorpresa dei ricercatori.

I dolcificanti artificiali sono stati anche collegati a una serie di altri effetti avversi. Ad esempio, gli aminoacidi contenuti nell’aspartame attaccano le cellule, attraversano persino la barriera emato-encefalica per attaccare le cellule cerebrali, creando sovrastimolazione cellulare tossica (eccitotossicità) e il sucralosio (venduto con il marchio Splenda) è stato collegato a:

  • Diminuzione dei globuli rossi, un segno di anemia, a livelli superiori a 1.500 milligrammi al chilo al giorno.
  • Aumento dell’infertilità maschile interferendo con la produzione e la vitalità degli spermatozoi, così come con le lesioni cerebrali a dosi più elevate.
  • Ingrandimento e calcificazione renale.
  • Aumento significativo del rischio di aborto spontaneo (nei conigli, gli aborti spontanei hanno colpito quasi la metà del campione con l’assunzione di sucralosio, rispetto alle gravidanze nulle interrotte nel gruppo di controllo).
  • Tasso di mortalità significativamente aumentato (un tasso di mortalità del 23% nei conigli, rispetto a un 6% nel gruppo di controllo).

E ancora, una revisione scientifica approfondita 25 sul sucralosio pubblicata nel Journal of Toxicology and Environmental Health rivela anche un ampio elenco di problemi di sicurezza, tra cui tossicità, danni al DNA e potenziale carcinogenico quando utilizzato in cucina. Si scopre che quando riscaldato, il sucralosio rilascia cloropropanoli, che appartengono a una classe di tossine note come diossine , note per causare il cancro e l’alterazione del sistema endocrino .

È importante sottolineare che questa recensione ha anche concluso che il sucralosio distrugge i batteri dell’intestino. In effetti, la ricerca sugli animali 26 pubblicata nel 2008 ha scoperto che poteva uccidere fino al 50% del tuo microbioma, e sembrava mirare a microrganismi benefici in misura maggiore rispetto ai batteri patogeni e più dannosi. Questo è davvero importante, poiché ogni volta che distruggi i batteri intestinali sani si apre a microrganismi ostili che possono causare problemi di salute.

Altri studi hanno anche scoperto che il sucralosio altera i livelli di glucosio, insulina e glucagone 27 aumentando così il rischio per il diabete. Oltre a peggiorare la sensibilità all’insulina e promuovere l’aumento di peso, l’aspartame e altri dolcificanti artificiali promuovono anche altri problemi di salute associati al consumo eccessivo di zucchero, tra cui:

  • Malattie cardiovascolari e ictus 28 , 29 , 30
  • Morbo di Alzheimer Mentre la cattiva alimentazione è un importante fattore per l’Alzheimer in generale, il meccanismo chiave del danno qui sembra essere la tossicità del metanolo, un problema associato all’aspartame in particolare. In un’intervista precedente, l’esperto di tossicologia Dr. Woodrow Monte (autore del libro “While Science Sleeps: A Sweetener Kills” 31 ) spiega i legami tra tossicità da aspartame e metanolo e formazione di formaldeide tossica.

Come potete vedere, le prove scientifiche mostrano che i dolcificanti artificiali possono stimolare l’appetito, aumentare le voglie di carboidrati, stimolare l’accumulo di grasso e promuovere l’aumento di peso proprio come la normale soda. Come notato sopra, la soda alimentare è associata ad un aumento del 50% del rischio di obesità mentre la soda assunta regolarmente (una lattina al giorno) è associata ad un aumento del rischio del 60%.

Oltre a ciò, l’aspartame è associato a una lunga lista di altri effetti dannosi, che vanno dal danno cerebrale al parto prematuro, mentre il sucralosio è particolarmente dannoso per l’intestino.34, 35

Purtroppo, molti sono ancora all’oscuro di questi rischi per la salute. Lo zucchero promuove anche una crescita batterica malsana, e molti sono già carenti di batteri sani a causa del consumo di troppi alimenti altamente trasformati.

Questo è il motivo per cui raccomando di mangiare verdure fermentate ogni giorno, o almeno di prendere un probiotico di alta qualità. Ricorda, l’acqua pura è una bevanda a zero calorie. Non riesci a trovare una bevanda che contenga meno calorie. Se vuoi un po ‘di sapore, basta spremere un po’ di limone o lime fresco in acqua minerale. Nei casi in cui la tua cucina, cottura o bevanda necessiti di un piccolo dolcificante, sii consapevole della tua scelta.

Se proprio vogliamo usarli è preferibile utilizzare quelli naturali come la stevia o quelli a base alcolica come lo xilitolo ma sempre in quantità minime senza esagerare. Ne parleremo in un’altro articolo.

 

Sources and References

 

Autore: Dr. Mercola

Adattamento: Luca Santilli

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.